Ottobre 2021: segnalazioni

   

   
image.jpeg

 

 

 

 

 

 

 

PROVA SUL CAMPO

Prova sul campo rappresenta "la voce" dei soci A.S.G.S. in merito a vecchie e nuove simulazioni che il mercato dei board-wargames offre. Una serie di pagine dove poter trovare piccole recensioni e/o resoconti di partite sui board-wargames che vengono giocati dal gruppo.  Siamo sempre alla ricerca anche di collaboratori; se volete inviare articoli su giochi che amate e conoscete, contattate l'Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

A partire dal gennaio 2018 si pubblicheranno 2 titpi di recensione sul Mensile: PLAYTEST  EFFETTIVO e POTENZIALE DINAMICO

Il PE è una recensione basata su partite giocate; sarà quindi approfondita e potrà avvalersi di valutazioni anche da parte di altri giocatori/collboratori.

Il PD è una recensione basata sulla "percezione del potenziale dinamico" del gioco. Piazzamento di mappe e pedine, verifca dell'ambientazione e ricostruzione storica, lettura delle regole; in pratica si "legge il gioco" invece che giocarlo. E' l'approccio tipico del collezionista di board-wargame..............

 

GiCi58

 

 

 

 

 

 


   POTENZIALE DINAMICO

 

 

La battaglia di Normandia fu il complesso dei combattimenti seguiti allo sbarco avvenuto il 6 giugno 1944 sulle coste della Normandia, e terminati con la liberazione di Parigi da parte degli Alleati e la ritirata verso la Germania delle truppe tedesche sfuggite dalla sacca di Falaise. Essa si svolse nel quadro del piano Alleato d'invasione dell'Europa nord-occidentale, denominato in codice operazione Overlord[11][12]. I combattimenti in Normandia costituirono il preludio alle battaglie sulla Linea Sigfrido, all'invasione del Terzo Reich e alla fine della seconda guerra mondiale in Europa.

La campagna consentì l'apertura del secondo fronte, insistentemente richiesto da Stalin dall'inizio dell'operazione Barbarossa, e riuscì a sottrarre risorse alle forze tedesche impegnate sul fronte orientale contro l'Armata Rossa.

Altrettanto forti erano state le richieste di un attacco al Vallo Atlantico, con la conseguente liberazione della Francia, con la partecipazione delle forze armate della Francia libera, rappresentata dal governo francese all'estero presieduto dal generale Charles de Gaulle, le cui forze parteciparono attivamente alle operazioni con unità terrestri, aeree e navali affiancate da una significativa attività partigiana. Il governo francese ebbe inoltre un forte peso politico nella tempistica delle operazioni, tanto inducendo il comandante dello SHAEF, il generale Dwight D. Eisenhowerad accelerare la liberazione della capitale francese, quanto a fare entrare per prima a Parigi la 2ª divisione corazzata francese

Continua su Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_di_Normandia

 

  


 

La battaglia di Normandia, ultimi personali acquisti che segnalo perchè credo interessanti.

 

 

 

Autore: Eric R. Harvey

The Allied invasion of Normandy was a watershed moment in the war. Months of careful planning proceeded while the entire uncommitted strength of the American, British, Canadians, and other Allied armies massed in England. Across the Channel the Germans strove mightily to create hardened defenses on the beach and back them with a slew of new and veteran divisions. The clash came in the early hours of 6 June 1944: D-Day. If the Allies failed to grab a large enough beachhead the invasion would be contained and eventually crushed. If the German lines broke, the full weight of Allied power would be loosed to drive deep into France.

The D-Day Quad uses the Fire & Movement system, designed to highlight the ability of motorized units to mass quickly for breakthrough and exploitation. Support fire, representing weapons ranging from mortars through cannon and light ground attack aircraft to heavy bombers, provides the extra punch to overwhelm a defense or shatter an attack. Winning the battle is a matter of maneuver, firepower, and asset management.

 

Scatola delle grandi occasioni, con immagini della vecchiaedizione, molto bella! 4 set di pedine, ognuno dedicato alle specifiche zone di sbarco, chiare e belle. 1 regolamento con scenari di sole 16 pagine delle quali solo 9 da leggere per iniziare a giocare! 1 tabella di gioco con combattimenti, terreni, ecc. Infine il pezzo forte, la mappa, cartonata, molto bella. Che dire? Ottimo per serate brevi, ottimo per un'intera campagna della Normandia senza impazzire in regolamenti complessi!

 
   

Autore: Ted Raicer

The Dark Summer: Normandy 1944 is the latest in Ted S. Raicer's WWII operational series that began with The Dark Valley: The East Front Campaign 1941-45. The game uses a chit-pull activation system that determines both the order and type of each sides' actions during the game's ten action-packed turns, covering June 6 to August 21, 1944. The availability of Action Round chits (for the Germans, and separately for the British and US forces) is itself determined by the draw of Weather chits, one per turn, which reflect the importance of weather on the effectiveness of Allied air superiority and Allied shipping across the Channel. Weather also determines the number of German Reaction markers, which allow limited response to Allied actions. The "Dark" chit pull system makes The Dark Summer an excellent game for solo play, while keeping both players involved in face-to-face play.

The single map extends from just south of Cherbourg (itself covered by a Cherbourg Box) southwest to Avranches and southeast to Alencon, allowing players to recreate the entire campaign from D-Day to the closing of the Falaise gap in late August. Units are mostly regiment/brigades, with a few battalions, but German mechanized forces are presented as operational kampfgruppen.

Victory is determined by the Allies capturing Cherbourg, exiting units to Brittany and Paris, and preventing the exiting of German units, but the Allies win a sudden death victory if they capture all the cities on the map before Turn 10 and the Germans win a sudden death victory by closing down any three Allied Beaches, two of which must be contiguous. The unknown activation sequence means the Allies cannot take the safety of his landing beaches for granted in June!

The Dark Summer: Normandy 1944 is a game of moderate complexity, but nevertheless covers all the most important elements of the campaign. There are rules for the D-Day Landings, untried German strong-points and Ost battalions, Allied tac-air and carpet bombing, Allied artillery superiority, German nebelwerfer and flak guns, Allied naval support, the conquest of Cherbourg, exiting and re-entering the map, and variable entry and possible delay of both side's reinforcements. A game on an epic campaign that is playable in a single day's gaming and with a small footprint that will allow it to be left set-up for solo study, The Dark Summer: Normandy 1944 is a must-have for fans of WWII operational games, the "Dark" system, or students of the campaign for northwest Europe.

 

Ho giocato copn piacere "The dark Valley" e quindi aspettavo con "ansia" la pubblicazione di questo terzo titolo della serie (il secondo, The dark sand, sull'Africa). Materiali sempre al top, specie la mappa, peccato non montata. La simulazione permette di ricreare gli sbarchi, non in dettaglio, per poi proseguire con le operazioni fino all'Agosto 1944, cioè alla conclusione delle operazioni nella "sacca di Falaise". A breve sui tavoli del sottoscritto!

Una bella recensione: https://boardgamegeek.com/thread/2715929/dark-summer-review-englishfrenchspanish

 

Autore: John H. Butterfield

Solitaire study of America's most bloody and heroic day in WWII. The player controls the US forces landing along the five mile stretch of Omaha Beach on D-Day and their desperate struggle to establish a viable beachhead. The game covers the entire first day at a time scale that varies from 15 minutes per turn (during the initial landings) to 30 minutes per turn later in the day. Units are companies and include assaulting infantry, engineers and amphibious tanks. The game system controls the hidden German defenders in their "Widerstandsnest" resistance points, revealing the defenders and their reserves as the American survivors of the first landing waves make their way up the bluffs. Rules cover amphibious landings, German fields of fire, artillery, tidal movement, and intangibles such as US leadership under fire and the initiative of the American GI. One map, two counter sheets, 55 cards. 

 

Scatola e materiali ad alto livello fra i quali carte, tabelle, libretto regole e note storiche. La mappa è allo stato dell'arte. Un solitario che ha molto successo.

Era da tempo che pensavo all'acquisto del gioco e ho colto l'occasione durante la recente SMGC 2021 vedendolo sullo scaffale del negoziante presente. Appena aperta la scatola mi sono reso conto del potenziale che il titolo può offrire!

La mappa è veramente bella. Tutta la zona di sbarco denominata Omaha è raffigurata e direi al top della grafica e dei dettagli su una scala di 250 metri/esa. Ma quello che impressiona sono tutte le posizioni difensive tedesche e i loro rispettivi campi di tiro sulle spiagge e il terreno limitrofo. La maggior parte delle azioni viene risolta con la pesca di carte che riportano diversi valori ognuno dei quali si utilizza in una sola fase del turno di gioco. Il fuoco delle postazioni tedesche è spesso micidiale e le unità sorprese sulla spoaggia subiscono riduzioni o eliminazione molto facilmente! I primi 5/6 turni di gioco appariranno un pò ripetitivi, perlomeno nello scenario introduttivo, dedicato solo al settore della I Divisione US; poi, con maggior unità in mappa e con la possibilità di eseguire varie azioni con le stesse tutto diventa più interessante e le decisioni da prendere si moltiplicano. La missione finale, quella di assicurarsi il controllo della spiaggia e il vicino entroterra, non è facile; personalmente ho iniziato almeno 3 volte lo scenario introduttivo perchè le perdite subite erano devastanti! Gran bel solitario! 

https://boardgamegeek.com/boardgame/29603/d-day-omaha-beach

 

Autore: Joe Balkosky

St. Lo was the first game to cover this unique battle. Designed by Joe Balkoski, creator of Atlantic Wall and Sixth Fleet, St. Lo offers a challenging system for the simulation of WW2 battalion-level combat.

Unit morale is the crucial factor in this game. Morale fluctuates as units move, rest or attack. Should you pull this battalion out of the line to rest ? Or will one more push carry the position ?

Artillery plays a crucial role too. Good observation posts are essential for accurate fire. You will find yourself fighting many desperate actions for control of hilltop vantage points or church steeples.

The innovative movement system makes uncertainty another key element of St Lo. You never know who will move next. Even units that have already moved may move again the same turn. You will need to plan ahead, rest your troops and then spring your offensive.

Outstanding for solitaire play. The rulebook has extensive designers notes throughout and each chapter has numerous quotes from commanders at the battle for St. Lo.

 

Simulazione a livello di Battaglione, direi tattica della Campagna di Normandia dopo gli sbarchi. Sistema molto interessante, del resto l'autore è una garanzia.

Questa è la terza edizione, la prima del 1986!

 

 

 

  

 LIBRO DEL MESE

 

MONTECUCCOLO: Storia di una rocca & dei suoi feudatari” di Andrea Pini, Paolo Rodolfo Carraro, Graziella Martinelli Braglia. 

Raimondo Montecuccoli alla battaglia di San Gottardo e a quella di Nonantola; le collezioni artistiche del centro Museale & il nuovo museo storico Raimondo Montecuccoli. 

 In sole 103 pagine un tascabile adatto a tutti! edizione Terra & Identità e Adelmo Iaccheri Editore

Ricevuto in omaggio durante SMGC 2021 da parte dell'amico Paolo Carraro, uno degli autori del libro, mi sono subito incuriosito del volumetto e per due motivi: 

-il primo, trattasi di un luogo abbastanza  vicino a casa mia, quindi possibile meta di un fine settimana all'insegna del buon cibo e cultura; 

-il secondo perchè Paolo è autore di 2 recenti piccoli boardwargame sull'argomento, cioè le battaglie di Raimondo Montecuccoli. Il testo è una guida molto dettagliata della rocca e dei luoghi attorno ad essa, in provincia di Modena. 

Il testo tratta della storia della famiglia Monteccuccoli, del restauro della rocca, del museo organizzato all'interno e dedicato appunto alla famiglia con vari interessanti reperti esposti nelle sale.

Per gli appassionati di simulazione storica, da non perdere i due articoli scritti da Paolo R. C., molto interessanti sulle due battaglie inserite nella più famosa "Guerra dei 30 anni", alle quali, in territorio italiano, il Montecuccoli partecipò: Nonantola e San Gottardo. 

Vedi https://www.alephgamestudio.com/product/nonantola/ e https://www.alephgamestudio.com/product/montecuccoli-on-the-raab/

 

 

image.jpeg     IMG 8478   

  

Handbook - vademecum: Un vademecum è un compendio di informazioni riguardanti un particolare campo o una particolare tecnica. È creato in modo da fornire risposte rapide e concise su un particolare argomento. (da Treccani).

Gli autori così presentano, nel sottotitolo di questo imponente volume, il loro lavoro; devo dire che tale definizione è solo riduttiva rispetto alla mole, al dettaglio e alla qualità di quest'opera che a mio parere è un vero punto di riferimento per gli appassionati di storia militare e nello specifico dell'operazione Market Garden.

Questa seconda edizione, riveduta ed ampliata, offre 384 pagine fitte di informazioni, resoconti delle varie battaglie, mappe esplicative e incredibili ordini di battaglia.

La narrazione delle operazioni è esposta per giorno e settori, riferiti alle varie formazioni coinvolte nella battaglia e ogni capitolo riporta poi una frase storica tratta da dichiarazioni dei comandanti alleati e tedeschi; una vera chicca!

Completano l'opera una nutrita bibliografia, siti web, filmati in rete, film dedicati e informazioni su turismo nelle zone delle battaglie. Mi permetto di evidenziare una "assenza eccellente" fra queste note: non è stata inserito un elenco di simulazioni storiche/boardwargames su una delle operazioni al contrario più gettonata della produzione di settore! Conoscendo gli autori, questo mi ha sorpreso!

Concludendo, non ho letto per intero il volume, lo farò a breve......, ma basta sfogliarlo per percepire la grande passione, oltre alla professionalità, spesa dagli autori in ogni pagina. E diventa chiaro come gli stessi abbiano potuto produrre, negli ultimi anni, decine di scenari su questo argomento con un regolamento avanzato sul celebre gioco Panzer Leader - Panzer Blitz.

Chi fosse interessato al volume sopra e/o ai moduli citati, può contattare: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

comments
ASGS - Associazione Sammarinese Giochi Storici
Created by Contatto Informatico & Graphic Design 3STUDIO